SI CERCA ANCORA IL SUO AGUZZINO

Capaccio, dopo le brutali sevizie il cane Nerone torna a scodinzolare

CAPACCIO PAESTUM. Nerone torna finalmente a scodinzolare. Il cane, brutalmente seviziato e abbandonato in un lago di sangue, ha lasciato la clinica veterinaria di Salerno presso la quale era stato ricoverato a causa delle gravi ferite subite ai genitali. Una storia, la sua, raccontata dalla nostra emittente che, oltre a fare il giro del web, ha lasciato sgomenta un’intera comunità che, sdegnata, ha fatto unanime appello alle forze dell’ordine affinché venga individuato l’autore di un crimine tanto aberrante.
Il randagio, infatti, fu ritrovato agonizzate, da Maria Teresa Di Fiore, volontaria della Lega Nazionale per la difesa del cane, nel centro storico di Capaccio Capoluogo. Il suo aguzzino, prima di castrarlo con un coltello da cucina, gli aveva legato il muso con del filo di ferro per evitare che l’animale potesse abbaiare e richiamare, così, l’attenzione di qualche passante. Oggi, finalmente, dopo diversi giorni ed atroci sofferenze, Nerone sta meglio ed potuto ritornare a 'casa', in attesa magari che qualcuno lo adotti, e alle coccole di tanti nuovi ‘amici’ che, appresa la sua triste storia, si sono affezionati a lui.

Logo circle

La riproduzione dei contenuti giornalistici della testata STILETV è riservata. Pertanto, è vietata la riproduzione e l’uso, anche parziale, di testi, fotografie, contenuti audio/video, filmati, loghi, grafiche aziendali e pubblicitarie, con qualsiasi dispositivo elettronico/digitale o per mezzo di fotocopie, registrazioni, cover e tutto quanto è ascrivibile a copia non autorizzata.